Per informazioni puoi scrivere un messaggio tramite WhatsApp

Il Messaggero Avventista racconta la campagna “A Natale non ti azzardare!” volta alla sensibilizzazione e lotta al gioco d’azzardo patologico.

Già verso la fine dell’Ottocento Ellen G. White aveva individuato alcuni dei più grandi rischi per l’integrità d’animo dell’uomo: “Scommesse, corse di cavalli, competizioni, giochi d’azzardo, dissipazione, lussuria, passioni sfrenate stanno riempiendo il mondo di violenza.” (Gesù di Nazareth, p.483).
A distanza di poco più di cento anni, in occasione della Sessione della Conferenza Generale di Toronto tenutasi in Canada l’8 luglio del 2000, la Chiesa Avventista mondiale ha espresso chiaramente la propria posizione.

«L’idea di guadagnare alle spalle altrui è divenuta una piaga moderna. La società paga, per questo, un costo sempre più crescente dovuto ai crimini associati, al sostegno alle vittime, e al fallimento della famiglia: tale costo mina inevitabilmente la qualità della vita. I Cristiani Avventisti del Settimo giorno si oppongono da sempre al gioco d’azzardo perché incompatibile con principi cristiani. Il gioco d’azzardo non è una forma appropriata per divertirsi né un mezzo legittimo per raccogliere fondi». Proprio per questo, «l’organizzazione della Chiesa Cristiana Avventista del Settimo Giorno non giustifica lotterie e tombole quali mezzi per raccogliere somme di denaro, e raccomanda i propri membri a non partecipare a queste attività, anche se basate sulle migliori intenzioni. La Chiesa non giustifica neppure i giochi d’azzardo organizzati dallo Stato. La Chiesa Cristiana Avventista del Settimo giorno rivolge un appello a tutte le autorità affinché impediscano la proliferazione con i suoi effetti devastanti sugli individui e sulla società. La Chiesa Cristiana Avventista del Settimo giorno si oppone al gioco d’azzardo, così come è stato definito più sopra, e non sollecita né accetta offerte che derivino direttamente da questo».

Con questa posizione condivisa la Chiesa Avventista promuove la campagna di sensibilizzazione alla tematica del gioco d’azzardo con “A Natale non ti azzardare!”. L’Unione Italiana delle Chiese Avventiste del 7° giorno, non solo condivide e sposa questi valori, ma da quest’anno ha scelto anche di intervenire in maniera concreta contro questa emergenza sociale attraverso la promulgazione di un bando interamente sostenuto dall’8xmille. Tale iniziativa ha prodotto il finanziamento di tre progetti sul territorio nazionale finalizzati alla cura dei giocatori patologici e nel contempo al sostegno delle loro famiglie troppo spesso distrutte, non solo economicamente. In continuità con i progetti di comunicazione e d’intervento che negli ultimi anni ci hanno visto particolarmente impegnati nel contrasto all’usura e nella sensibilizzazione all’uso responsabile del denaro, i proventi della campagna Natale 2017 incrementeranno il plafond del bando 8xmille che, anche per l’anno 2018, sarà ancora destinato a tutte le organizzazioni sociali che già da anni lottano e intervengono contro questo fenomeno.

A Natale scegli anche tu di sostenere la Chiesa Cristiana Avventista del Settimo Giorno nei suoi progetti di contrasto al gioco d’azzardo.

Regala ai tuoi cari e ai tuoi amici «a Natale non ti azzardare!» e prendi anche tu una posizione netta contro questo fenomeno.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi