Per informazioni puoi scrivere un messaggio tramite WhatsApp

Un percorso a ostacoli fra sale slot e rivenditorie accreditate. Per lo Stato si tratta di “gioco legale”.

FONTE: Vita (Consulta Nazionale Antiusura e Procura Nazionale Antimafia) numero speciale sull’azzardo 2017
autori: Marco Dotti e Maurizio Fiasco

380.000 slot machine in 96.000 luoghi, più 65.000 rivendite di lotterie istantanee e simili presenti nei 7.998 comuni.

30.000 sono gli addetti diretti dell’industria dell’azzardo legale a cui si aggiungono gli esercenti, arrivando a 140.000 persone. Eppure la Consulta nazionale delle fondazioni e associazioni antiusura ha calcolato che il settore dell’azzardo complessivamente non ha prodotto davvero posti di lavoro, ma, drenando dall’economia reale circa 20 miliardi di euro negli ultimi anni, ha impedito la creazione di 115.000 nuovi posti di lavoro: 90.000 nel commercio e sevizi e circa 25.000 nell’industria. Gli oltre 25 milioni di fatturato delle newslot, seguito dagli oltre 20 milioni delle Vtl (mentre Gratta e Vinci e Lotto non raggiungono il milione) definiscono l’azzardo come un ottimo affare per le multinazionali che gestiscono il settore e che hanno visto crescere i loro profitti tra il 2005 e il 2016 del 330%; di contro, le entrate erariali soltanto del 30%. La Procura Nazionale Antimafia ha stimato i costi sociali, sanitari e giudiziari del gioco in 30 miliardi, comprendenti per chi è affetto da GAP:

  • calo della produttività sul lavoro,
  • usura,
  • peggioramento generale dello stato di salute,
  • indebitamento,
  • aumento della criminalità.

Il professor Maurizio Fiasco spiega come: “Nell’arco di 20 anni, tra il 1998 e il 2016, il versamento delle famiglie italiane ai concessionari del gioco pubblico ha segnato un peso crescente nella composizione dei consumi privati: dai 15,8 miliardi di euro ai 96. Si è dunque moltiplicato di 6 volte il volume del movimento monetario lordo, ma anche il tempo di vita. In 20 anni sono stati creati 47 nuovi giochi d’azzardo in tutti i 365 giorni dell’anno, per 24 ore su 24; una deriva sospesa con la moratoria decretata alla fine del 2014, ma rimane il tempo per impiegare almeno 70 milioni di giornate lavorative: la misura del tempo sociale di vita che equivale a un terzo delle settimane di vacanze estive degli italiani”.

Secondo le previsioni del Global Betting and Gaming Consultants (http://www.gbgc.com/) entro il 2022 il gioco d’azzardo mondiale potrebbe raggiungere i 500 miliardi di dollari di introiti lordi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi